Site logo

Sentiero del Viandante: da Dervio a Colico

Sentiero del Viandante è uno degli itinerari più incantevoli del lago di Como e dell'intera Lombardia. Ve lo raccontiamo in 4 tappe.
Sentiero del Viandante - Lago di Como

Informazioni generali

TAPPA 4

Sentiero del Viandante: da Dervio a Colico

E’ la tappa più lunga di tutto il Sentiero e, sicuramente, una delle più belle.

Dalla stazione ferroviaria di Dervio si sale una scalinata fino a incontrare una mulattiera acciottolata e infine una ripida gradinata che conduce verso l’abitato di Castello con la sua torre medievale del XII secolo.

Da qui si prosegue sulla strada provinciale in discesa fino a riprendere la mulattiera acciottolata chiusa tra due muretti a secco che costeggia la superstrada regalando stupende vedute sul lago.

L’itinerario prosegue in piano fino a raggiungere Corenno Plinio, incantevole borgo medievale in riva al lago con l’imponente castello fortificato eretto fra il 1363 e il 1370 e la chiesa dedicata a San Tommaso di Canterbury, nel cui interno si trovano affreschi realizzati tra il Trecento e il Cinquecento.

Sentiero del Viandante: tratto panoramico

Dopo aver visitato Corenno Plinio il sentiero prosegue lungo un tratto panoramico costeggiando la provinciale del lago e continua poi su una stradina sterrata che entra nel bosco attraversando prati e cascinali fino a raggiungere la chiesetta di San Giorgio (m 299) a Mandonico, frazione di Dorio.

Dalla chiesetta il sentiero prende lentamente quota e in poco tempo si arriva all’ antico borgo rurale di Mandonico (m 313).

La mulattiera si snoda tra le case e, dopo un tratto pianeggiante, guadagna nuovamente quota regalano viste incantevoli fino a raggiungere la chiesetta di San Rocco (m 487), nel comune di Dorio, posta in bellissima posizione panoramica con vista sul lago e sulle montagne che lo circondano.

Da qui si possono scorgere Dorio, in primo piano, il borgo di Corenno Plinio e, più in lontananza, Dervio e le montagne da fare da sfondo, con il Monte San Primo a dominare il Triangolo Lariano e infine il Monte di Tremezzo.

Poco dopo la chiesetta il sentiero continua in quota con viste sul Monte Legnone attraversando i boschi del Monte Perdonasco e del Monte Sparesee (566 m) da cui si possono ammirare dall’alto le località di Olgiasca e Piona, il Pian di Spagna, il lago di Novate Mezzola e l’inizio della Valchiavenna.

Si prosegue su una stradina sterrata e si scende, prima dolcemente e poi in pendenza verso Posallo (420 m).

Da Posallo si segue la strada asfaltata in discesa fino ad attraversare il torrente Perlino (425 m) e, subito dopo, si sale lungo un sentiero che si inoltra nel bosco raggiungendo la chiesa di San Rocco (492 m).

Oltre la chiesa si prosegue lungo una stradina sterrata e poi su strada asfaltata fino a scendere verso il torrente Inganna (dove è possibile salire e visitare la Torre di Fontanedo del XIV secolo) e raggiungere infine la frazione di Robustello.

Da qui si può scegliere se completare il percorso del Sentiero del Viandante proseguendo in costa nel bosco fino ad arrivare al Santuario della Madonna di Valpozzo a Piantedo, in provincia di Sondrio, oppure scegliere di accorciare l’itinerario e scendere direttamente verso la stazione ferroviaria di Colico.

Il santuario infatti è a pochi centinaia di metri dal confine del comune di Colico ma, sfortunatamente, si trova a quasi 4 chilometri di distanza dalla sua stazione ferroviaria (la più vicina), per cui è necessario calcolare un’altra ora di cammino lungo la Provinciale 72 per recarsi dal santuario alla stazione.

Arrivati fino a qui forse vale la pena fare un ultimo sforzo e raggiungere la fine del Sentiero del Viandante, che dite?

Cosa potrai vedere in questa tappa

Conclusione

Ringraziamo l’autrice Manuela Brunello, la bionda con la valigia per l’articolo, ecco qui il suo profilo Instagram personale. Mentre Road to Lombardia è la sua pagina per scoprire alcuni posti da visitare in Lombardia.

Inizia
Ciao 👋 sono Mirko!
Come posso aiutarti?